Non vogliono montarmi il caminetto su una vecchia canna fumaria intubata con una canna fumaria d’acciaio nuova perché il lavoro l’hanno fatto altre persone che non hanno messo la targhetta e non hanno dato la certificazione. Per montare il caminetto vogliono più soldi per verificare e certificare a loro nome anche la canna fumaria. Io non vorrei perdere gli incentivi statali perché devo fare il lavoro a norma e devo avere i documenti in regola, ma cosa c’entra la canna fumaria con il caminetto?

Le Leggi e le Norme impongono all’installatore del caminetto, o della stufa o di qualsiasi altro apparecchio termico, che alla fine del lavoro deve redigere la Dichiarazione di conformità dell’impianto che attesta la corretta esecuzione del lavoro. La Legge (DM 37/08) prescrive che l’ultimo che interviene sull’impianto è responsabile di tutto l’impianto, deve cioè certificare la corretta esecuzione dell’opera fino al suo intervento compreso.Nel suo caso, non avendo Lei a disposizione la dichiarazione di conformità dell’intubaggio della canna fumaria, l’impresa che va ad installare il caminetto, dovendo certificare il tutto, cioè caminetto e canna fumaria, deve giustamente verificare sia come è stato svolto il lavoro sia la qualità dei materiali utilizzati.

I commenti sono chiusi.